Recentemente abbiamo sorprendentemente ricevuto una domanda specifica sul crowdfunding: posso far partire una campagna in modo anonimo?

Capiamo il motivo della domanda. Prima di tutto, molte persone sono semplicemente stanche di essere così presenti online. Il crowdfunding è un lavoro che va fatto in pubblico e alcuni non vogliono che i loro nomi siano legati ad un fallimento (in caso la campagna sia un insuccesso).
Privacy
Tuttavia, la capacità della folla di sostenere un progetto tramite la conoscenza del creatore è fondamentale per il successo della campagna. Se le persone non sanno chi sei, esse non possono determinare se sei, o meno, degno di ricevere il loro denaro. Certamente le persone non possono farsi un’idea precisa di chi sia l’ideatore della campagna ma meritano la possibilità di decidere se donare soldi per il vostro progetto.

Tutti devono avere la possibilità, quindi, di conoscere il creatore del progetto. È un aspetto cruciale della “filiera” del crowdfunding. Senza questo tipo di rapporto one-to-one tra sostenitori e creatori ci troveremmo di fronte ad una situazioni dove non c’è un responsabile. Se non siete disposti ad essere responsabili dei vostri progetti il crowdfunding non può esserlo per voi.

Lascia un commento