Ajala M. Una donna diversa. Una storia comune.

Aiutaci a realizzare un cortometraggio contro la violenza di genere ispirato a due brani di Carmen Consoli!
Vincente
Questa campagna ha avuto successo raggiungendo il suo traguardo 12 mesi fa
107% Funded
  • 1.600 € Raccolti
  • 1.500 € Obiettivo
  • 49 Mecenati
Tempo Rimanente

Informazioni

Di cosa parla il nostro progetto?

Erano anni che immaginavamo di realizzare un cortometraggio. Dopo l’ennesima idea, apparentemente buttata lì, abbiamo deciso di farlo per davvero.. tra mille difficoltà, mancanza di tempo, fatiche, notti insonni, idee buone e idee pessime, attese interminabili, email inviate e risposte mai ricevute, telefonate a chiunque. Prendendo liberamente spunto dai brani di Carmen Consoli, Matilde odiava i gatti e Contessa Miseria, abbiamo creato un nuovo personaggio e una nuova storia. Che poi tanto nuova non è, purtroppo. Matilde, una donna sulla quarantina, si ritrova in una famiglia, quella del marito, che non la rispetta e in un paese i cui abitanti non la accettano perché “strana” e “diversa”. Tutto questo, le maldicenze, ed infine la violenza subita dal suocero la fanno piombare in uno stato di forte disagio, squilibrio, depressione, pazzia. Si chiude in casa ed in se stessa, inizia ad avere visioni e ad essere ossessionata dallo scorrere del tempo. Finché una notte, in preda ad una crisi di follia, impugna una pistola… Tutta la storia corre su una sottile linea che divide il campo del razionale da quello dell’irrazionale, la verità dalla menzogna, e il nostro intento è quello di lasciare un finale aperto. Si, perché non tutte le storie delle ragazze che continuano ad essere violentate o uccise, ancora oggi, devono avere un finale. Non possono averlo. Dobbiamo fare in modo che non lo abbiano: parlandone e denunciando.

 

Perchè?

Per non abbassare i riflettori sulla situazione femminile in Italia e nel mondo. Per porre l’attenzione ed esprimere la nostra indignazione su alcune forme di violenza silenziose e subdole, spesso taciute ma devastanti e più diffuse di quanto si pensi. Per dimostrare che siamo un popolo che crede nell’Arte e nei giovani, nonostante i tagli alla Cultura e all’Istruzione; e che non è necessario lasciare l’Italia per trovare terreno fertile. Perché siamo convinti che l’Arte non sia mai fine a se stessa.

 

Come?

Il denaro sarà così ripartito:grafico-budget

‐ 400 €: diritti d’autore ad EMI ed UNIVERSAL MUSIC, per la libera ispirazione ai suddetti brani di Carmen Consoli;

‐ 400 € circa: rimborso spese cast attori: lavoreremo con 4 attori professionisti per tre giorni, per un totale di 24 ore. Hanno accettato una retribuzione simbolica, ma coprire le spese di viaggio (Roma-Bologna a/r) ed alloggio (b&b) ci sembra il minimo indispensabile;

‐ 300 € circa: rimborso spese cast tecnico: il direttore della fotografia ed operatore di macchina arriva dalla Romania, una parte dell’attrezzatura sarà noleggiata e tutte le spese di viaggio saranno rimborsate a tutti nostri collaboratori sul set;

‐ 135 €: commissione piattaforma www.mecenup.it (5%) e commissione paypal (4%);

‐ il rimanente sarà utilizzato per realizzare le vostre ricompense.

 

Chi siamo?

Rita: sceneggiatrice e regista. Classe 1990, lucana, studentessa magistrale di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale a Bologna. E’ vicina alla laurea, ma ha abbandonato l’idea dello studio per dedicarsi esclusivamente alla nascita di Matilde.

Beatrice: sceneggiatrice e direttrice di produzione. Classe 1987, fiorentina, architetta a Milano ma ora è ritornata a Firenze e forse ha trovato un po’ di pace. E’ una nomade, ma ha la testa ben saldata sul collo.

Giorgia: aiuto regista. Classe 1992, umbra, studentessa magistrale di Scienze dello Spettacolo a Firenze. Lavora, studia, suona e nel tempo libero guarda tanti film.

Laura: segretaria di edizione e manager del crowdfunding. Classe 1992, rumena, studentessa magistrale di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale a Bologna. Sta già scrivendo la tesi di Promozione e Marketing del Prodotto Audiovisivo, come case studies porterà proprio il nostro progetto. Non vorrete mica farla laureare con un voto basso?!

Mario: compositore delle musiche. Classe 1987, aretino, sta per discutere la sua tesi di laurea triennale ad Arezzo, corso Musica e Spettacolo. Intanto scrive romanzi e attraversa l’Italia con il suo fantastico gruppo musicale.

Claudiu: direttore della fotografia e operatore di macchina. Classe 1992, rumeno, laureato in Digital Film Production all’Università di Suffolk. Partecipa a diversi progetti all’interno dell’università e collabora con Benoit Allemane, il famoso doppiatore francese, nel 2015 per la realizzazione del progetto It Goes Both Ways. Ama talmente tanto il cinema e i progetti di suoi coetanei, che arriverà direttamente da Cluj (Transilvania) per questo progetto. Pure lui condivide la passione per la musica e suona il pianoforte e la chitarra.

Mattia: montaggio e post produzione. Marchigiano, laureato al DAMS di Bologna, dal 2014 fa parte del collettivo videomaker Humareels e frequenta la magistrale di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale a Bologna.

G. G.: grafica del progetto. Classe 1990, italiana, laureata allo IED a Roma. Preferisce l’anonimato, ma esiste.

Gli attori: Giulia Gualano, Oreste Capoccia, Bruno De Stephanis, Ivana Brigliadori

Carmen Consoli: la nostra musa ispiratrice. È a conoscenza di questo cortometraggio e non vede l’ora di vederlo: aspetta nostre notizie!

Voi: siete i più importanti, siete delle persone meravigliose, siete parte del futuro non solo dell’espressione artistica dell’audiovisivo, ma anche di una società migliore. Una società (che) non violenta, una società che accetta, una società che accoglie.

Per saperne di più:

         Facebook  Instagram Youtube

 

dsc_0034-3

 

Le Ricompense

* I premi illustrazione saranno realizzati da Giorgia Zecca, una giovanissima e bravissima artista, studentessa dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Giorgia si lascerà ispirare dai temi del cortometraggio e dalla poesia delle canzoni di Carmen Consoli, creando pezzi d’arte unici.  Le illustrazioni presenti nelle foto sono un esempio del suo ultimo lavoro chiamato Parsley, sage, rosemary and thyme.

* Le due ricompense scultura saranno realizzate da Giorgia Cocchi, studentessa universitaria, scultrice e pittrice. Giorgia modellerà idee dall’argilla.

 

illustrazione1illustrazione-2

14799760_1333355433365022_2006174728_oricompensa speciale a 50 euro

14798771_1333355090031723_51345475_n