Punti di vista

Sostieni la quarta rassegna teatrale al Virginian di Arezzo! Stagione 2016/2017. Nuove storie da raccontare, diversi Punti di vista, una sola passione: il Teatro!
Vincente
Questa campagna ha avuto successo raggiungendo il suo traguardo 8 mesi fa
103% Funded
  • 1.030 € Raccolti
  • 1.000 € Obiettivo
  • 15 Mecenati
Tempo Rimanente

Informazioni

IL TEATRO NEL CUORE DI AREZZO

Portare il teatro ad Arezzo e soprattutto far tornare Arezzo a teatro: questa è la grande scommessa del Teatro Virginian. Conosciuto da molti come l’antico teatrino del Circolo Artisitico, questo piccolo gioiello nel cuore del centro storico prende ora il nome dal famoso transatlantico di cui racconta Alessandro Baricco nel suo romanzo Novecento: il Virginian, appunto. Proprio come un teatro, infatti, una nave è palcoscenico di un’infinità di storie. E far vivere un teatro in una città di provincia è davvero come attraversare l’Atlantico su un piroscafo! Noi del Virginian ci siamo imbarcati lo stesso, convinti che il mondo, e Arezzo più che mai, abbiano bisogno di nuovi spazi teatrali.

CHI SIAMO

L’Associazione Culturale La Filostoccola è attiva da quattro anni sul territorio aretino e nazionale. Sin dalla sua nascita affianca alle attività di compagnia teatrale l’impegno come Scuola di Recitazione, offrendo svariate tipologie di corsi a partire da un’idea di Teatro sempre incentrata sulla formazione e sull’incontro con gli allievi. I membri della Filostoccola sono attori professionisti attivi sui più importanti palchi nazionali, pronti a condividere la loro esperienza con gli allievi e in continuo aggiornamento. Provenienti ciascuno da percorsi diversi nel mondo dello spettacolo, condividono una visione comune del Teatro: un’occasione unica di incontro profondo tra le persone, un legame intelligente e vitale tra attore e spettatore.

LA STAGIONE

Giunto ormai al suo quarto anno di attività, il Teatro Virginian propone una nuova stagione teatrale. Una scelta di spettacoli di richiamo nazionale, che vedrà avvicendarsi sul palco di via de’ Redi compagnie provenienti da Firenze, Roma, Vicenza, Genova, Milano. Tra i tanti artisti che daranno vita a questa nuova avventura, in primo piano Lisa Galantini con Moi, intrigante ritratto della scultrice francese Camille Claudel, Angelo di Genio protagonista di Road Movie, Alberto Giusta con il suo Thom Pain antieroico e filosofico e infine il ritorno del duo Bicocchi-Fabris che dopo aver emozionato il pubblico del Virginian due anni fa con il suo (S)legati, torna con un nuovo spettacolo dedicato alla montagna: L’altro Everest. I Punti di vista, quindi. Tante storie diverse: per prime quelle dei singoli attori, di uomini e di artisti; poi le storie a cui daranno vita con i loro spettacoli; la storia del Teatro Virginian, piccola ma tenace realtà culturale nel cuore di Arezzo; e ultima – ma non ultima – la storia vostra, la storia di un pubblico straordinario che ha voglia di bellezza, la cerca, la protegge, la sostiene. I Punti di vista vanno indagati, compresi, celebrati proprio per la loro originalità. Sono le voci diverse di una sola passione che lega noi tutti e che si chiama sempre e solo Teatro.

PERCHÉ CI SERVE IL VOSTRO AIUTO

Dopo il successo della campagna in sostegno della stagione teatrale L’isola che c’è, ancora una volta è importante il vostro aiuto. L’associazione culturale La Filostoccola si impegna anche quest’anno a offrire alla città una programmazione teatrale che richiami ad Arezzo compagnie professionistiche di conclamato valore, protagoniste delle programmazioni dei teatri di tutta Italia. Contiamo sul vostro aiuto per mantenere alta la qualità della nostra offerta culturale e poter invitare nella nostra città nuovi spettacoli che vi emozioneranno come hanno fatto gli spettacoli protagonisti delle passate stagioni. Le vostre donazioni ci aiuteranno a sostenere i costi di ingaggio delle compagnie, a offrire loro la migliore accoglienza possibile, a produrre e promuovere la nuova stagione del Teatro Virginian. Abbiamo bisogno di voi! Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutte quelle persone curiose, che amano il Teatro e credono nelle possibilità di arricchimento offerte dalla cultura e dai diversi… punti di vista!

PUNTI DI VISTA

virginian1 FREAKS K. liberamente ispirato all’opera di Franz Kafka di e con Alessandro Baldinotti Attodue/Laboratorio Nove – Firenze Tre racconti di Kafka prendono vita sul palco e prima ancora di lasciare spazio alle riflessioni, la scena si popola di mostruose allegorie e incubi allucinanti. Le invenzioni umoristiche dello scrittore di Praga appaiono dunque drammaticamente attuali: sono tutte possibili forme della vita quotidiana, ma distorte ogni volta da un mostruoso realismo. Mercoledì 19 ottobre ore 21virginian2 ROMEO E GIULIETTA L’Amore è Saltimbanco scritto e diretto da Marco Zoppello con Anna De Franceschi, Michele Mori, Marco Zoppello Stivalaccio Teatro – Vicenza In occasione della visita a Venezia del futuro re di Francia, una coppia di saltimbanco dal passato burrascoso viene incaricata di mettere in scena Romeo e Giulietta. Ingaggiata un’onoratissima cortigiana per il ruolo di Giulietta, la strampalata compagnia dà vita ad una mirabolante “prova aperta” in un mescolarsi di trame, dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime. Shakespeare diventa materia viva e pretesto, suggerisce nuovi spunti e nuovi modi di raccontare le passioni dell’Uomo. Mercoledì 2 novembre ore 21virginian3 ROAD MOVIE di Godfrey Hamilton regia Sandro Mabellini con Angelo Di Genio Teatro Elfo Puccini – Milano Un “coast to coast” da New York a San Francisco, l’avventura del trentenne americano Joel, cinque giorni di viaggio per incontrare il suo amore Scott. Angelo Di Genio – premio UBU 2011 e premio Mariangela Melato 2016 – dà vita a tutti i personaggi, dialogando sulla scena con un musicista. Lo spettacolo è il racconto folgorante di una catarsi grazie alla quale Joel infrange la paura e si avvicina agli altri. Ridere, piangere, imprecare, stupirsi, sentire finalmente le emozioni scorrere nelle vene: tutto in un’unica storia, in cui la morte diventa il primo motivo per aggrapparsi con forza alla vita. Mercoledì 5 dicembre ore 21virginian4 RIO BUM BUM di e con Hugo Sanchez Jr. Un clown, una valigia… Potrebbero essere elementi sufficienti per un buon crescendo comico appoggiato su gag di qualità ed elementi di clownerie classica. Ma per un crescendo comico davvero speciale, ci vuole in più un ingrediente prezioso, un partner sorprendente (e sorpreso), un assistente tanto estemporaneo quanto veramente solerte ed attento. Con un linguaggio universale privo di parole, Ugo Sanchez Jr., giocando le migliori carte del suo repertorio decennale di teatro, di piazza e d’occasione saprà veramente trovarlo, per la delizia di grandi e piccini. Mercoledì 18 gennaio ore 21virginian5 MOI scritto da Chiara Pasetti regia di Alberto Giusta con Lisa Galantini Le Rêve et la vie – Novara e Teatro della Tosse – Genova Per raccontare oggi un personaggio come Camille Claudel, scultrice francese morta dopo trent’anni di internamento in ospedale psichiatrico, ci vuole la giusta dose di follia e di pragmatica lucidità. Non è una femmina facile, incarna un universo scomodo, ha un talento eccelso, prende vita sul palco come un essere ruvido e fragile al contempo, e non si comporta mai da vittima anche se vittima è della società maschilista in cui vive. Lo spettacolo rende omaggio alla sua vocazione e alla sua complessa personalità, e regala allo spettatore quella lezione artistica e umana che lei ha incarnato: semplicità intesa come ricchezza e cura febbrile del particolare al servizio del tutto che grazie alle sue mani diviene sublime. Mercoledì 22 febbraio ore 21virginian7 LOVE IS IN THE HAIR   di e con Laura Pozone regia di Laura Pozone e Marta Erica Arosio supervisione artistica di Walter Leonardi Un imprevisto blocca in negozio un parrucchiere con cinque delle sue clienti storiche, per una notte intera. Sei personaggi dalle personalità eccentriche e sfaccettate, che daranno luogo ad una commedia tutta da ridere: le maschere cadranno, emergerà la loro vera indole e forse per un attimo queste figure così costruite godranno attimi di verità. Una spettacolo dal ritmo serrato, che scandaglia l’universo femminile, in un turbinio di extension e colpi di phon. Mercoledì 22 marzo ore 21virginian8 L’ALTRO EVEREST   di e con Jacopo Maria Bicocchi e Mattia Fabris Atir Teatro – Milano Nel 1992 Jim Davidson e Mike Price decidono di scalare “la loro montagna”: il Monte Rainier nello stato di Washington. È il sogno di una vita, la vetta da conquistare se sei nato in America e vuoi chiamarti alpinista. Ma le cose non andranno come i due amici si aspettano e quella scalata non sarà solo la conquista di una vetta, ma un cammino profondo dentro un’amicizia, un percorso che durerà ben oltre i quattro giorni impiegati per raggiungere la cima. Due amici e due destini indissolubili, una storia mozzafiato che racconta le difficoltà e i passaggi obbligatori che la vita ci impone. Mercoledì 12 aprile ore 21virginian9 THOM PAIN basato sul niente   di Will Eno regia di Antonio Zavatteri con Alberto Giusta Compagnia Gank – Genova Un uomo, un antieroe solitario, che affiora dalla penombra di una scena spoglia, per trascinare gli spettatori in un’acrobazia esistenziale, sul filo di una trama apparentemente sconnessa e illogica di ricordi e riflessioni. Pensieri e parole in libertà: l’infanzia, la memoria dolorosa, un amore perduto, la paura. Un uomo in cerca di ascolto, giocoliere di parole, mendicante frustrato di attenzione, quella di un pubblico del quale cerca, avido, lo sguardo, il confronto diretto e frontale. Una confessione laica, che mette a nudo le ferite, alcune mai rimarginate, di tutta una vita, in cerca di un senso da dare all’esistenza e di un’occasione, una possibilità di trasformare la rovina in salvezza. Mercoledì 3 maggio ore 21

SOSTENETE L’UNICO TEATRO DI AREZZO, NEL CUORE DI AREZZO!