CommunitySolo 30 giorni dopo il lancio di una campagna nell’agosto 2014, Cameron e David Gibbs Gengler hanno raccolto 652.000 dollari per iniziare la produzione di un lucchetto che può essere aperto e chiuso da 15 metri di distanza via Bluetooth. Ma tramite il progetto hanno ottenuto molto più dei soldi: la somma di denaro raccolta ha generato una copertura capillare sui blog tecnologici che gli hanno portato centinaia di offerte di aiuto per il marketing, la progettazione, la produzione e la distribuzione. Il lucchetto Bluetooth sarà disponibile questa primavera, e la società sta programmando una seconda campagna per sviluppare un secondo lucchetto per le biciclette.

Il 70% dei progettisti, secondo una ricerca dell’Università di Berkeley, indica il denaro solo come quarta o quinta cosa più importante. Ai primi posti ci sono i feedback dei sostenitori e il marketing costruito insieme alla community.

Prendete Daniel Haarburger, uno studente di Stanford che ha raccolto 120.000 dollari in otto giorni nel 2013 per un case tramite il quale attaccare gli smartphone al manubrio della bicicletta. Ha avuto 3.266 sostenitori, che sono diventati una community per lui importantissima. Haarburger ha trovato idee per progetti futuri, tra cui un supporto per la moto e alcune modifiche al disegno iniziare. Ha inoltre accettato la collaborazione di 30 persone che volontariamente hanno messo a sua disposizione le loro competenze nel packaging, nella vendita, nel graphic design, nel marketing e nella produzione. Anche lui sottolinea i benefici non monetari del crowdfunding. “È stato grande per me!” dice. “La gente pensa che sia tutta una questione di soldi, ma non è così! Ho trovato passione e competenze che non avrei mai scoperto senza il crowdfunding.

Lascia un commento